Poesie · Racconti

Sogno

Ma tu pensami;

che del tuo volto non ho più memoria.

Sei sparito tra le ombre di ricordi nuvolosi,

fra il caos degli scatoloni di casa.

Mi ricordo davvero di te?

Sbuffo.

E tu cosa pensi davvero di me?

Cosa ci siam detti durante quella notte?

Sì, quella in cui abbiamo deciso di incontrarci al parco.

Una decisione di estrema importanza, mi ripetevo.

Lo so, lo so che però era tutto un sogno.

Me lo ricordo bene, io.

Ma almeno c’eravamo, fantasmi di uno strano destino.

Sai…credo di essermi innamorata, oh che sciocca!

Innamorarsi di un sogno, sono irrecuperabile vero?

E’ il mio animo romantico che parla, per me la vita è tutta un tripudio di colori vivaci.

Allora, mi penserai?

Non dico adesso, non domani ma prima o poi.

Mi piacerebbe rivederti, almeno per un ultimo addio.

Oppure potremmo continuare ad amarci tra i sogni e l’impossibile.

Ti aspetto qui, tra una panchina ed una nuvola.

– Agnese Naselli

Ps: è bello sentirsi apprezzati a volte!

recensione

 

Annunci