Articoli

Nuda;

 

Ogni tanto mi capita di perdermi in quella grande matassa aggrovigliata che sono i miei pensieri.

Inizio a viaggiare con la mente, bazzico da un pensiero ad un altro.

Tutto e niente contemporaneamente.

Oggi, per esempio, riflettevo su me stessa.

Su chi ero.

Su chi sono adesso.

Su chi vorrei essere in futuro.

E quindi eccomi qui, lascio che le parole inondino questo mio diario virtuale e riempiano ogni spazio possibile.

Così voglio presentarmi a chi non mi conosce ancora, a chi crede di sapere tutto di me e a chi mi ama pur sapendo chi sono già:

Ciao, mi chiamo Agnese.

Ho compiuto 23 anni da poco più di un mese, abito in un paesino che potrebbe “dare” di più ma che non si “applica” abbastanza, amo la stessa persona da quasi otto anni (e questo mi rende felice) e soprattutto vivo, o almeno ci provo.

Ma facciamo un passo indietro, torniamo a quando ero.

Quando ero ancora forte nonostante la timidezza e la paura che si provano a tra l’infanzia e l’adolescenza.

Quando non avevo problemi a replicare – e fare anche a botte – se qualcuno provava a ferirmi.

Quando ero spavalda, sicura di me…o così mi imponevo di essere ad ogni costo.

Poi qualcosa, anzi…un insieme di cose mi hanno trasformata in ciò che sono adesso: fragile, un po’ paranoica e con così poca autostima da far spavento.

Già.

Ho avuto momenti bui, alcuni pensieri mi avevano avvelenato la mente, ma ho resistito.

Eppure non voglio smettere di sorridere.

Ho combattuto per me stessa e sempre lo farò probabilmente.

Così vi dico che voglio lottare per i miei sogni, per ciò che vorrei diventare in futuro pur mantenendo quello che mi contraddistingue adesso.

Voglio rimanere la romanticona di sempre ma con meno paranoie a riguardo.

Voglio continuare a coltivare la mia gentilezza e sradicare tutto ciò che avvelena le mie giornate.

Voglio tornare a guardare il mondo con i miei occhi da bambina ma pensare con la testa di un adulto (non troppo serio).

Voglio sentire il vento sulla mia pelle, perché è ciò che mi ricorda costantemente il mio esserci ancora.

Quindi voglio tutto ma non troppo da questa vita.

Adesso scappo, torno alla mia quotidianità fatta di piccole cose semplici come me…Ma grazie per aver letto questo mio sfogo buttato lì a caso, credo che tu mi abbia reso un po’ più viva di un attimo fa.

 

  • Agnese Naselli

 

large (155)

Annunci