La La Land

Mia è un’aspirante attrice che lavora in un caffè all’interno degli studi cinematografici di Hollywood.
Sebastian, invece, è un musicista jazz squattrinato e scorbutico che per sopravvivere suona nei piano bar.
Dopo alcuni incontri casuali – l’autostrada, il ristorante, ecc – fra i due sembra nascere qualcosa.
È una storia d’amore che li cambierà per sempre; fatta di passione, sogni condivisi e da una totale complicità tra i protagonisti.
Peccato, però, che il destino si metta sempre in mezzo…

La La Land, che possa essere il capolavoro del giovane (classe ’85) regista Damien Chazelle?
Dopo i suoi precedenti successi – Guy and Madeline on a Park Bench e Whiplash – Damien torna sul grande schermo con un musical dal sapore vintage che ha già conquistato 14 nomination agli Oscar 2017.

A cosa si è ispirato? Beh, a tutte quelle pellicole che lo hanno fatto sognare da bambino!
Si parla quindi di Cantando Sotto la Pioggia (riproposto in più scene), Grease, West Side Story, Una Ragazza che Voleva Essere Amata, Shall We Dance, Boogie Nights, Josephine – l’ingorgo stradale – e la suggestiva danza fra le nuvole tratta da Moulin Rouge!

Ma riferimenti e citazioni a parte, La La Land è un musical davvero originale.
Certo, la storia fra i due non sarà una novità, ma non ricade nemmeno in qualcosa di scontato e banale.
Inoltre, le coreografie, la perfetta colonna sonora (composta da Justin Hurwitz), la palette cromatica della fotografia (di Linus Sandgren) e i costumi (forniti da Mary Zophers), fanno si che questo musical abbia quel non so che di unico nella sua semplicità.
E il merito va anche agli attori protagonisti:
Emma Stone e Ryan Gosling.
E’ un piacere – per tutti i sensi – vederli insieme, sia nelle scene recitate quanto nelle coreografie di ballo e nelle performance canore.
Non fanno altro che brillare, come stelle, dall’inizio alla fine.

Difetti? Forse qualcuno, è vero.
Ma sono delle minuscole lacune a cui si può passare ben oltre, soprattutto per quello che è l’ultimo atto.
Emozioni veramente uniche.

Quindi se non lo avete ancora visto, cosa state esattamente aspettando?
Forse non vi piacciono i musical? Beh, con La La Land è tutto un altro mondo!

Fiondatevi al cinema perché Chazelle vi farà innamorare di un’era che ormai sta scemando proprio attraverso la modernizzazione di questo genere!
Abbiate il coraggio di innamorarvi di qualcosa di inaspettato; 
Innamoratevi un po’ come Mia e Sebastian, innamoratevi del cinema e di tutte le sue sfaccettature e soprattutto non smettete mai di credere nei vostri sogni.

  • Agnese Naselli
Annunci