Sorrisi sconosciuti

large-22

Era un giorno qualunque, uno di quelli in cui non ti aspetti nulla.

Le note di una canzone passano distrattamente nella radio di quel bar che straripa di gente.
Neanche a dirlo, ma è la mia preferita.
E allora mi lascio andare, per una volta cosa vuoi che sia?
Nessuno mai si accorgerà di me se mi metto a canticchiare un po’.
Ma forse mi sbaglio.
Mi sbaglio perché ci sei Tu,
che riesci a notarmi tra la folla.
E mi sorridi,
lo fai con gli occhi.
Sei bello,
mi manca un po’ il respiro.
Però mi riscaldi dentro,
come quel sole di maggio che sembra appena sveglio.
So già che non ci rivedremo più,
ma forse è meglio così.
Non sono brava ad amare gli altri.
Però mi prendo tutto di quel tuo sguardo,
così sarai un po’ mio per l’eternità.

Caro sconosciuto dagli occhi che sorridono.

 

  • Agnese Naselli
Annunci