Articoli

Non più.

 

Caro amico,

ti capita mai di svegliarti al mattino e sentire un macigno sul corpo?

Così, da un momento all’altro, eccolo lì.

Qualcosa che non ti fa respirare, un peso invisibile che prova a condizionare ogni tuo gesto.

Lo percepisci?

E ti fa sentire fragile, debole, schiacciato anche dai gesti più banali.

5464

 

 

 

 

L’ansia,

ecco cos’è.

Oh, che orribile nemica.

Passa i giorni a divorarti da dentro finché non ti permette di fare anche ciò che più amavi.

E più il tempo scorrerà e più proverai sullatua pelle quanto sarà difficile vivere il quotidiano.

 

Io so cosa vuol dire,

so cosa si prova quando ogni ombra diventa un mostro insormontabile.

E proprio perché so tutto questo dico,

a te che leggi,

respira.

Profondamente.

Concentrati su cose più importanti, non dare altro cibo a questa belva oscura già in agguato.

 

Respira,

parla con qualcuno.

 

Respira,

chiedi aiuto.

 

Ci sarò, ci saremo.

 

Non lasciare che questo buio improvviso possa impedirti di vedere tutto il bello che c’è qui intorno facendoti sprofondare sempre più giù.

 

Le mie non vogliono essere solo delle semplici parole buttate a caso, no mio caro amico.

Le mie vogliono essere quelle parole che rileggerai ogni qualvolta vorrai ritrovare tutta quella forza che hai seppellito nel corso di questa tua vita.

 

Quindi respira, non sarai mai solo.

 

Non più.

 

  • Agnese Naselli

 

 

Annunci

2 thoughts on “Non più.

    1. Mi dispiace che tu stia vivendo una situazione del genere. So come ci si sente e magari potresti cercare un piccolo aiuto da uno psicologo! (Non c’è nulla di male, anzi io ho pure fatto così)

      Mi piace

I commenti sono chiusi.