Nella terra degli uomini.

È triste, l’uomo.
Dimentica così la sua gente
per un’anima nuova ma corrotta.
Lo vedo,
ogni giorno,
con un volto sempre diverso.
Lo vedo consumarsi,
mentre appare in ogni schermo,
traboccante di parole sanguinanti.
È triste quell’uomo che dimentica il valore di ogni altra vita.

 

Poesia (Nella terra degli uomini)

 

Ps: oggi, dopo l’ennesima notizia, non ho voglia di scrivere altri articoli quindi mi limito ad una piccola cosa composta da me.

[ Troverete anche il link originale del mio account efp nel caso vogliate dar uno sguardo a qualcos’altro. ]

Col cuore pieno di tristezza,

la vostra  Agnese Naselli.

 

Annunci